About Me

Le mie foto
Debora M

Sono Debora, ma anche Dedè o Nasreen. Ho troppi anni e sono un incrocio maledettamente mal riuscito di sangue toscano e laziale, il che mi rende, se possibile, ancora più assurda di quanto sia possibile supporre.
Studio [dovrei] Giurisprudenza a Roma, ma in realtà sono una lettrice ossessiva compulsiva e imbrattatrice di carte.

Caporedattrice di SognandoLeggendo.net
Recensore presso Scrittevolmente e Urban Fantasy 

Ha collaborato con Quarto Potere, rivista di cinema e cultura online
Ha collaborato con Oggicronaca.it

Visualizza il mio profilo completo

giovedì 11 giugno 2015

[Original] Presagi di Dolore



Presagi di Dolore
Debora M aka Nasreen



Alzarsi la mattina e ritrovarsi a fissare lo specchio con aria smarrita. Cosa c’è che non va? Incomprensibile.
Osservare accigliata le coltri appena abbandonate, e accorgersi che no, stranamente, la voglia di tornare a raggomitolarcisi non c’è.

Cosa c’è che non va?

Prendersela con le poche ore di sonno, scrollare le spalle e decidere di farsi un caffè. Amaro, ovviamente. Tutto pur di schiacciare quel peso che ti opprime e blocca il fiato. Qualunque cosa pur di poter tornare a respirare e allontanare il panico che ti ha catturata sin dal turbolento risveglio.
Muoversi, seppur meccanicamente, sembra essere l’unico mezzo pur di rallentare l’ondata di panico che senti strisciare, catturarti le gambe e salire lentamente ma inesorabilmente verso la bocca dello stomaco. Inutile, tutto invano.

mercoledì 10 giugno 2015

Buco nell'anima

Sento un buco nell'anima, sento che non è possibile rimarginarlo.
Sento che è stupido cercare di sanarlo.
Sento che è sciocco anche solo sperarlo.


Ho un buco nell'anima, e vorrei tanto dimenticarlo.
Ma non è possibile, da sola non posso placarlo.

Aspetto la tua mano gentile che venga a salvarmi, 
ma aspetto Te, perché tu possa tenere insieme in pezzi di me che stanno lasciandomi.

Oh no, forse no. Ho un buco nell'anima e niente altro.

martedì 9 giugno 2015

[Orginal] Scatole

Scatole


Salvate, salvate la ragazza dagli occhi di tenebra. Salvatela, sembravano implorare i mormorii di chi aveva tentato e fallito nel tempo. Corretele incontro, sguainando la luce in grado di diradare le tenebre, salvatela dalle tenebre. Salvatela da se stessa.
Salvate, salvate la ragazza dagli occhi di tenebra e la morte nel cuore.

Bruciava sapere della pietà della gente, bruciava ancor più quando si scorgeva paura, forse rabbia, e si svestiva la pietà dei suoi ingannevoli abiti d’ipocrisia. Una pietà che, spoglia, si rivelava essere l’invidia di chi teme e agogna ciò che non ha e non avrà mai il coraggio di tentare di afferrare. E allora perché non salvare la ragazza dagli occhi di tenebra?

domenica 7 giugno 2015

[ORIGINAL]Futuro Celato

Futuro Celato










Voglio smettere di correre e ricorrere la realtà.
Voglio cessare di vedere oltre la coltre di bugie che mi circonda,
vivere l’oggi senza prevedere il domani.
Strapparmi questa triste, triste abilità.
Voglio, voglio. Vorrei.
Vorrei che tutto questo sogno restasse fra le pieghe di un lungo sonno,
che tutto scomparisse in un frammento di un attimo,
 dissolto in un Sì irrorato da mille No.
Vorrei, vorrei. Fuggirò.
Scappare. Fuggire dalla capacità di conoscere oltre l’adesso.
Il peso di un futuro che distrugge il presente,
pressato dal carico di un futuro saldato all'inamovibile consapevolezza di ciò che sarà.
Fuggire, fuggire. Correre via, libera.
Sono qui che scuoto anime, che svelo misteri che vedo oltre il Velo,
ma no, non per me. Non voglio scrutare oltre le mie scelte.
Smettere. Smettere, fatemi cessare di vedere l’Oltre.
Che il silenzio accompagni i miei passi in quest’oggi fatto di incertezze.
Silenzio, silenzio, regalatemi silenzio!
Brucia. Esistere brucia.
Brucia camminare lungo un percorso, ostaggi degli eventi.
Ostaggi dell’impossibilità di far funzionare la grande ruota,
schiavi di una realtà che schiaccia.
Schiavi e liberi di favorire il tutto, o il nulla.
Liberi di essere, ma schiavi di non poter scegliere.
E che l’Ignoto torni a oscurare la Vista.
Che la beata ignoranza mi culli,
e il dolore non avveleni più con il suo monito i passi del lungo viaggio.
Che la meta non sia rivelata prima dell’ultima curva, che resti celata alla comprensione umana.
Buio, buio. Oscuro.
Che sia taciuto, che sia oscuro.
Che sia incertezza, dolore e confusione.
Che sia oscurata alla vista di chi vive la meta lontana.
Che la conoscenza non turbi più, non blocchi o faccia sanguinare prima del tempo.
Che l’ignoranza culli la dolce incoscienza di un viaggio privo di disperata cognizione.


(c)Nasreen 

venerdì 5 giugno 2015

[Original]Legami

Legami.

Ci sono cose che non dovrebbero mai accadere.

Ci sono legami che si forgiano nel dolore, ci sono legami che si forgiano nel piacere.
E poi ci sono i Legami che non si forgiano, ma che esistevano già. 


Questi Legami sopiti, nel profondo delle nostre anime, vivono di attimi, frammenti e piccoli scorci di futuro. 
Questi Legami non si svegliano mai del tutto, ma attendono. Attendono il momento dell'incontro.
E l'incontro prima o poi avverrà, senza forse e senza ma.
Ci sono Legami che legano per l'eternità.

E quando l'incontro tanto atteso arriva, e quando l'attimo di contatto avviene, essi si svegliano e si uniscono, unendo due entità.
Unendo due anime. Unendo due futuri.

E sono i Legami che non nascono ma sempre sono esistiti, che forgiano l'immortalità.
E sono i Legami che non nascono, quelli che sopravvivono a ogni avversità. 

Declinazione, sesso, spiegazione, colore o durata. Nulla può toccarli, infrangerli o dirottarli.
Sono fermi, saldi e sicuri anche dove di sicuro non c'è altro che la loro esistenza.
Sono testardi, feroci ed eterni, dove ogni altro legame passa e s'infrange, nulla li scalfirà.

Sono i Legami, quelli che semplicemente esistono, quando ancora niente altro esiste. 
Sono i Legami, quelli che semplicemente scaldano, quando ancora niente scalda.

Sono i Legami, quelli che nessun altro mai capirà.

- (C)Nasreen

Piccola Pietra

Piccola Pietra
Eros Ramazzotti











Arrivò al tempo di guerra
dalle onde toccando la terra
lui sbarcò e tutti videro
la sua umanità.
Lei guardò quegli occhi sognanti
così vivi così penetranti
e di colpo lo amò
Si sentì spuntare le ali
quando infine le strinse le mani
lei senti nello stomaco
uno sfarfallio.
Quella notte bagnò la felicità
di caldissime lacrime
che lasciò cadere in mare
ed aggiunse sale al sale
Lei
gli diceva lei
tu sei tu sei l'amore mio
tutta la mia vita è per te
Ma lui, rispondeva lui
ho in tasca una piccola pietra io
per costruire pace dove non c'è
così
Io, la porterò dove mi porterà
questa speranza dentro
che non mi abbandona mai
Io la porterò
con tutto il peso che ha
piccola pietra
che forse un giorno si poserà.
Se ne andò perchè la sua sorte
di ogni vento è sempre più forte
Se ne andò col suo carico
rinunciando a lei.
Quella notte si alzò fino al cielo
tutto il fiato che lei cavò
dal profondo dell'addome
per gridare il suo nome
Lei
gli diceva lei
tu sei
sei l'amore mio
tutta la mia vita è per te
Lui
rispondeva lui
ho in tasca una piccola pietra io
per costruire pace dove non c'è
così
Io la porterò dove mi porterà
questa speranza dentro
che non mi abbandona mai
Io la porterò
con tutto il peso che ha
piccola pietra
che forse un giorno
si poserà
piccola pietra
si poserà

mercoledì 3 giugno 2015

Sesto senso


Se il Sesto Senso ti urla di arretrare, di fermarti... Dovresti farlo.
Se il Sesto Senso di spinge in una direzione, perché ostinarci nell'arretrare?
Se il Sesto Senso cerca di proteggerti, perché mai non consentirgli di farlo?

Eppure non ascoltiamo, neppure noi stessi.
Eppure non ci permettiamo di credere e vedere. Eppure non ci fidiamo.
Ed è di noi, che non ci fidiamo, tradendoci.

Ci tradiamo ogni volta che non ci fidiamo di noi.
Con ogni sussurro dell'anima che ignoriamo. Con ogni bugia che ci raccontiamo.
Con gli occhi chiusi che ostentiamo.
Con la paura di sbagliare, con l'inamovibile follia di chi non compie passi.

E continuiamo a sbagliare, e continuiamo ad ignorare le preghiere di chi vuole salvarci.
E siamo qui, terremotati da una vita piena di scossoni ed errori. E siamo qui, gelati, bloccati.
Persi in noi, sordi a noi.
Spenti.

Se il Sesto Senso ti manda segnali, fidati, lui ha già capito tutto prima di te. Ascoltalo, lo ringrazierai.

sabato 30 maggio 2015

E se fosse amore...?

E se fosse amore...?

E se fosse amore...?

E se, semplicemente, fosse amore?
E se l'amassi?

Follia.

E se fosse la scelta giusta?
E se fosse una scelta sbagliata?
E se...

Confusione.

E se è questo, l'amore... Cosa è stato fino ad ora?
E cosa ne sarà di me?

Dolore.

E se fosse amore?
E se lo è già?
Forse lo è. L'amo.

E ora...? Sono nei guai.

giovedì 28 maggio 2015

‪#‎cookielaw‬ terrorista.

Riassumendo all'italiana la privacy cookie law  - danielcuello.com

Un NO è un NO!

Un No è un NO!

Eppure non mi sembra così difficile da capire.
Non ti voglio, non sono interessata, non mi servi, NO!, amo qualcun altro, ho tutti gli slot pieni, non sei nei miei piani, non sei parte del mio futuro, tengo a un'altra persona, non ho bisogno di altro...
NO.
Quanto può essere drammaticamente difficile accettare un no?
Quanto può essere fastidioso chi non recepisce un no?

Quanto puoi essere stupida da non capire che, no, non mi interessi dato che il mio cuore è già bello che impegnato. Decisamente iperimpegnato.

Un NO è un NO!
Sono esasperata, e decisamente braccata.

mercoledì 27 maggio 2015

Generosità

Ogni tanto, come d’incanto, una bella notizia ci strappa un sorriso.
Christian McPhilamy è un bambino statunitense di 8 anni, che vive in Florida.
Per oltre due anni non si è tagliato i capelli, facendosi crescere una chioma degna di una bella bambina.
E proprio per questo Christian per due anni è stato oggetto di scherno e feroci insulti da parte dei suoi compagni di classe. Sappiamo quanto possono essere crudeli i bambini quando sono vittime di pregiudizi. E la colpa dei pregiudizi, si sa, trova radici nelle famiglie. Non a caso i genitori dei suoi compagni sono stati altrettanto cattivi con Christian, sino a chiederne l’allontanamento da scuola. 
Racconta la mamma del bimbo, Deeanna Thomas, che “i suoi amici lo insultavano e lo trattavano come una femminuccia, e i genitori arrivavano a offrirmi soldi per tagliargli i capelli”. 
Nessuno, in questa bolgia di scherno, malizia e pregiudizio, si è mai interrogato circa i motivi che spingevano il bambino a farsi crescere così tanto i capelli.
Né Christian si premurava di spiegarli. Il bene si fa in silenzio, dopo tutto.
Il fatto è che Christian, all’età di sei anni, rimase colpito da un spot televisivo del St Jude Children's Research Hospital di Memphis nel Tennessee che parlava della perdita dei capelli nei bambini sottoposti a chemioterapia per gravi malattie e parlava degli sforzi per donare loro alcune parrucche.
Da quel momento e per oltre due anni la sua lunga chioma bionda è diventata per Christian lo strumento per rendere più sostenibile la dura malattia di coetanei più sfortunati di lui.
Ecco il segreto di Christian: farsi crescere i capelli per aiutare gli altri, utilizzando la sua lunga chioma bionda per fare parrucche destinate ai bambini sottoposti a chemioterapia.
L’obiettivo, in due anni, è stato raggiunto: 30 cm di capelli, divisi in 4 ciuffi di colore biondo cenere, da donare e destinare ad uno dei 335 pazienti seguiti dalla Children With Hair Loss, un'associazione americana che vuole aiutare i piccoli pazienti malati di tumore, leucemia e cancro.
Una bellissima storia, una grande generosità.
Chissà se i suoi compagni e, a maggior ragione, i loro genitori hanno provato un moto di sana vergogna?
Francamente, e purtroppo, ne dubito.
Grazie comunque a Christian per la bellissima lezione che ha regalato.

venerdì 22 maggio 2015

Sono fregata

Sono fregata.
Mi sono innamorata.
E ora come me la spiccio?

Sono fregata... Oh, l'ho già detto.

giovedì 21 maggio 2015

Non [mi] basta mai

A quanto pare non [mi] basta mai.
Non importa quanto io mi imponga di smettere.
Non importa quanto io mi impegni per non implorare [elemosinare] e chiedere.

Mi è stato donato, mi è stato regalato e io voglio [ancora] di più.
Mi è stato fatto un bel regalo, ma io continuo a desiderare.

Mi è stato detto "Abbatti i muri", e io l'ho fatto.

Fantastico. E ora che si fa?
Adesso è ora piangere.

mercoledì 20 maggio 2015

Merde

Merde

Mesà proprio che mi sono innamorata.
E ora...? 
Oddio, che casino.

giovedì 14 maggio 2015

Ti prego...


Ti prego...
TOCCAMI.

Saghe che seguo

Atlantis by Gena Showalter Across the Universe by Beth Revis Anita Blake by Laurell K. Hamilton Beautiful Creatures by Kami Garcia & Margaret Stohl Black Dagger Brotherhood by J.R. Ward Carpathians by Christine Feehan Chronicles of Nick by Sherrilyn Kenyon Chicagoland Vampires by Chloe Neill Charley Davidson by Darynda Jones Dark-Hunter by Sherrilyn Kenyon The Dark Divine by Bree Despain The Darkest Powers Trilogy by Kelley Armstrong Dark Series by Christine Feehan Demonica by Larissa Ione Delirium by Lauren Oliver Dustlands by Moira Young The Fallen Angels by J.R. Ward Fever by Karen Marie Moning Firelight by Sophie Jordon Fairytale Retellings by Jackson Pearce Gardella Vampire Chronicles by Colleen Gleason Gemma Doyle by Libba Bray Glass by Maria V. Snyder Guild Hunter by Nalini Singh Halo by Alexandra Adornetto Heroes of Olympus by Rick Riordan Harry Potter by J.K. Rowling The Hollows by Kim Harrison House of Night by P.C. Cast & Kristin Cast The Hunger Games by Suzanne Collins Immortals After Dark by Kresley Cole The Infernal Devices by Cassandra Clare Inheritance by Christopher Paolini Jenna Fox Chronicles by Mary E. Pearson The Kingkiller Chronicle by Patrick Rothfuss Kushiel's Legacy by Jacqueline Carey Lords of the Underworld by Gena Showalter Legacy by Cayla Kluver Leviathan by Scott Westerfeld The Lord of the Rings by J.R.R. Tolkien Lords of Deliverance by Larissa Ione Lorien Legacies by Pittacus Lore Lunar Chronicles by Marissa Meyer Matched by Ally Condie Medusa Girls by Tera Lynn Childs Mercedes Thompson by Patricia Briggs Midnight Breed by Lara Adrian Midnight by Emma Holly The Morganville Vampires by Rachel Caine The Mortal Instruments by Cassandra Clare Need by Carrie Jones Numbers by Rachel Ward Night Huntress by Jeaniene Frost Nightshade by Andrea Cremer Psy-Changeling by Nalini Singh Paranormalcy by Kiersten White Parasol Protectorate by Gail Carriger Percy Jackson and the Olympians by Rick Riordan The Seven Kingdoms by Kristin Cashore Starcrossed by Josephine Angelini Strange Angels by Lili St. Crow Study by Maria V. Snyder Shatter Me by Tahereh Mafi Shifters by Rachel Vincent The Steampunk Chronicles by Kady Cross Strange Angels by Lili St. Crow Twilight by Stephenie Meyer Trylle Trilogy by Amanda Hocking Under the Never Sky by Veronica Rossi Wings by Aprilynne Pike The Wolves of Mercy Falls by Maggie Stiefvater Vampire Academy by Richelle Mead Vampire Empire by Clay Griffith and Susan Griffith Wings by Aprilynne Pike Women of the Otherworld by Kelley Armstrong


Ultimi romanzi letti

Il legame del drago
La fiamma della passione
Il Conquistatore Normanno
La Gorgone e il cavaliere
L'uomo dei miei sogni
Incantesimo tra le righe
Alice Academy,  Vol. 02
Loveless, Vol. 7
Chrome Breaker, Vol. 03
Il sogno dell'Incubo
Io non sono Mara Dyer
Skin Trade
Il principe vampiro. Legame di sangue
La signora della tentazione
Il libro di Ruth
L'angelo caduto
Skinwalker
Loveless
Chrome Breaker, Vol. 02
Taken


Debora's favorite books »

Etichette

grandi verità (16) citazioni (12) dolore (10) riflessioni (9) confused (8) confusione (8) miei lavori (7) amore (6) anime (6) consapevolezza (6) quote (6) se non son scemi (5) commenti&recensioni (4) frustrazioni (4) poesia (4) sentimenti (4) Glee (3) bocca dell'inferno (3) book (3) coraggio (3) datemi una pistola (3) decadenza (3) desolazione (3) innamorata (3) introspezione (3) io son io (3) libri (3) love (3) ma scherziamo? (3) morte (3) Glee!FAN (2) ansia (2) assurdità (2) atroce (2) attualità (2) braccata (2) che ne sarà di me (2) citazione (2) comicità (2) critiche (2) desiderio (2) discorsi notturni (2) emozioni (2) fanfiction (2) lacrime (2) legami (2) magicamente me (2) pensieri (2) pietà! (2) racconto (2) slash (2) sofferenza (2) testi canzoni (2) vita (2) 883 (1) Alice in Wonderland (1) Artie Abrams (1) Blaine Anderson (1) Chris Colfer (1) Code Geass (1) Cory Monteith (1) Elfen Lied (1) Eroi (1) Finn Hudson (1) Free! (1) Fumetti (1) Gay!LOVE (1) HP!Fan (1) Hakuouki (1) Harry Potter (1) Haruka Nanase (1) Henry Scott Holland (1) Io non sono Mara Dyer (1) Kiki (1) Klaine (1) Kurt Hummel (1) Kurt/Blaine (1) La Terra delle Storie (1) La ragazza che saltava nel tempo (1) Lelouch of the Rebellion (1) Makoto Tachibana (1) Markus Zusak (1) Max Pezzali (1) Michelle Hodkin (1) Miyazaki (1) Morte Cory Monteith (1) Naruto Uzumaki (1) Nasreen's quote (1) OMG! (1) Professor Monti (1) Rin Matsuoka (1) Sesto Senso (1) Storia di una Ladra di Libri (1) TLoS (1) The evolution of Mara Dyer (1) Tributo Cory Monteith (1) Università (1) acculturare (1) acculturato (1) aiuto (1) altre realtà (1) amici (1) amicizia (1) anima (1) anime horror (1) anime sport (1) appartenere (1) arrendersi (1) atrocità (1) baby!Naruto (1) baby!Sasuke (1) bambini (1) bei ragazzi (1) bellezza (1) bellezza è dentro (1) books (1) canzoni (1) che casino (1) children (1) colto (1) come faccio? (1) commenti (1) cookie (1) cookie law (1) depressione (1) desiderare (1) disperazione (1) dubbi (1) due pesi e due misure (1) e io l'amo (1) e ora? (1) epistolare (1) eros ramazzotti (1) errori comuni (1) esasperata (1) esperimenti (1) esperimenti di scrittura (1) estratti (1) eternità (1) fandom: naruto (1) fanfictions (1) fantasy (1) fanwriter (1) fanwriters (1) fare la corte (1) felicità (1) ferita (1) ferite (1) figaccioni (1) film d'animazione (1) forze dell'ordine (1) fregata (1) friend (1) friends (1) furia (1) futuro (1) gay (1) generosità (1) gentilezza? (1) ho detto di no! (1) i love you (1) incasinata (1) innamorarsi (1) innamoratevi (1) insegnamenti (1) insistenza (1) insonnia (1) interpretazione (1) io scrivo (1) l'amore (1) lacrime di coccodrillo (1) law (1) lettere (1) lezioni di vita (1) libro (1) lingua italiana (1) lontananza (1) lyric (1) manie compulsive (1) maturità (1) merde (1) mon dieu (1) money (1) muri (1) music (1) musica (1) napoli (1) no (1) no! (1) non s'ha da fare! (1) non siamo mai contenti (1) notte (1) notte insonne (1) nuoto (1) nuova unione (1) nuove esperienze (1) oddio (1) odio (1) omofobia (1) one-shot (1) opening (1) parenti cretini (1) parenti serpenti (1) parole in libertà (1) passato (1) paure (1) perdere (1) perdere l'amore (1) piaghe dell'umanità (1) pianto (1) politica&società (1) preghiera (1) presente (1) prima persona (1) problemi (1) protesta (1) proteste (1) quotes (1) rabbia (1) racconto originale (1) rassegnazione (1) responsabilità (1) risate (1) sangue (1) sarcasmo (1) satira (1) scomparsa (1) scritti originali (1) sentimento (1) shopping (1) sinonimi (1) sognando leggendo (1) soldi spesi (1) solitudine (1) song (1) songs (1) soundtrack (1) sparire (1) speranza (1) speranze (1) sputtanare soldi (1) stanca (1) stanchezza (1) storie d'amore (1) stufa (1) testi (1) toccami (1) touch (1) touch me (1) tradimenti (1) tradimento (1) traduzioni (1) triste realtà (1) triste verità (1) tutto (1) unione (1) valore umano (1) vera bellezza (1) veri sentimenti (1) vero amore (1) vittime (1) vivere (1) voglio (1) volere (1) yaoi (1) young adult (1)